I nostri autori

Ben Birdsall. Nato a Keighley, nello Yorkshire (Inghilterra) nel 1967. Si trasferisce in Toscana nel 1992 con l’intenzione di imparare a dipingere presso lo studio di un pittore australiano a Palaia, in provincia di Pisa. Avendo già presentato una propria opera teatrale all’Edinburgh Fringe Festival nel 1987, continua a scrivere. Nel 1995 il suo romanzo “Blue Charm”, ambientato nell’Irlanda di sua madre, viene pubblicato da Blackstaff Press, Belfast, e inserito nello ‘shortlist’ del premio Best First Novel dato dell’Author’s club di Inghilterra. Nel 2005 il suo cortometraggio “Galatea” viene girato dal regista australiano Jamie Boyd nei pressi di Palaia. I suoi quadri hanno fatto parte di mostre in Italia, Inghilterra, Irlanda e infine in Svizzera dove vive attualmente con la moglie e la figlia.

***

Stefano Borzumato. Nato a Biella, in Piemonte nel febbraio del ’73. Tradotto dapprima in Veneto e poi in quel di Nepi dove ha frequentato l’asilo. Ergo eccolo sopraggiungere nella terra Sarda per le scuole elementari, medie e per il biennio del liceo scientifico. Maturità presa a Todi, Università a Roma, presso La Sapienza. Vita errabonda. Legami stretti in tutta la Penisola. Sempre attento all’oriente ed alla via dello Zen, pratica arti marziali ininterrottamente dal 1999: è secondo dan di Shorinji Kempo. La passione per il mare l’ha portato a prendere dapprima il brevetto di apnea, seguito dall’Advanced di subacquea e dalla successiva specialità ‘Relitti’. Poi il corso base di vela. L’acqua è vita. Da sempre amante della lettura, specialmente dei classici, si è sempre dilettato scrivendo poesie e brevi racconti, a mo’ di passatempo. Da anni il manoscritto giaceva in un cassetto; caso ha voluto che emergesse in questo tempo di cambiamenti.

***

Paola Stefania Caforio e Massimo Lenzi

Sono insegnanti e attualmente lavorano nella Scuola Primaria. Essi, già da diversi anni, seguendo la loro comune passione storica, si sono specializzati nello studio della Storia Locale ed in particolare hanno focalizzato la loro attenzione sui paesi delle Colline Pisane e Livornesi. Le caratteristiche prevalenti dei libri storici di questi due autori sono essenzialmente le seguenti:

1) viene usato un linguaggio semplice e chiaro per cui il libro è accessibile ad un pubblico assai vasto, comprese le persone anziane che hanno vissuto in quei luoghi;
2) le parti scritte sono accompagnate e corredate da numerosissime fotografie, documenti scritti e iconografici, testimonianze orali (reperite attraverso un assiduo lavoro di interviste sul territorio); tutto ciò fa sì che la lettura del libro risulti interessante ed accattivante anche per chi non ha conoscenze o interessi nella località presa in esame.

***

Alessandra Caponi. Nata a Santa Croce sull’Arno. Diplomata presso l’Istituto Magistrale ha conseguito, tramite concorsi per esami e titoli, l’abilitazione all’insegnamento nella scuola materna ed elementare. Dal 1987 è Coordinatrice presso la scuola dell’infanzia paritaria E. De Amicis di S. Croce sull’Arno e dal 2007 è Presidente provinciale della Fism (Federazione Provinciale che comprende 52 scuole dell’infanzia di ispirazione cristiana) di Pisa. Nel 1998 ha vinto il premio nazionale di Pedagogia sul tema: “IL VALORE EDUCATIVO DELLA NEGAZIONE”.

 ***

Luca Doveri. Luca Doveri è cresciuto a Casteldelbosco, un paesino vicino Pisa. All’età di sedici anni inizia un percorso sul benessere psicofisico che lo porta negli anni successivi ad avvicinarsi allo studio di varie filosofie orientali.
Nel 2006 si appassiona alla letteratura per l’infanzia e si cimenta nella scrittura di fiabe a sfondo psicologico adatte ad ogni età. Dal 2009 vive e lavora fra l’Italia e Londra.

 ***

Francesco Fabbri. Nasce a Livorno il 27 luglio 1973 e si appassiona alla realtà cinofila nel 2002, frequentando corsi di formazione in varie strutture didattiche. Nel 2006 frequenta il Master di Istruzione Cinofila presso la facoltà di medicina Veterinaria di Pisa ed è cofondatore e presidente della scuola di Istruzione e Cultura Cinofila DobreDog. È Tecnico Nazionale Buon Cittadino a 4 Zampe del C.S.E.N., docente per i progetti “Nati con la Coda – Orme per Crescere”: attività didattiche assistite da animale nelle scuole d’infanzia e primarie. Attualmente è impegnato nella formazione e sviluppo progetti nelle strutture di soggiorno per anziani e nelle scuole e nell’educazione/rieducazione comportamentale in ambito cinofilo.

***

Maria Cristina Filippi. Nasce a Pisa nel giugno del 1973. Nel 2000 si laurea in Scienze Politiche con indirizzo Politico Sociale e nello stesso anno entra a far parte, assieme al suo compagno a quattro zampe Timmy, delle unità cinofile volontarie di protezione civile per ricerca dispersi in superficie. Nel 2009 decide di dare una svolta in ambito lavorativo dedicandosi in pieno alla cinofilia. Da allora collabora con differenti realtà del territorio progettando e realizzando per loro percorsi di vario tipo: nascono così “Cartografia e Orientamento”, “Nati con la coda”, “Una marcia in più”,  “Orme per crescere”, “Cani da macerie”, “Volontari a quattro zampe” e “Nucleo cinofilo antiveleno”. Da questa avventura è sorta una stretta collaborazione con la Scuola di Istruzione Cinofila Dobre Dog per la progettazione e realizzazione di eventi e percorsi formativi. Il suo entusiasmo per il settore e la passione per gli animali, la portano a sperimentare continuamente nuove strade e avventure, assieme agli amici a quattro zampe…

***

Benozzo Gianetti, insegnante elementare in pensione, ha svolto la sua attività professionale nelle scuole di Pisa e di Ponsacco. Ricercatore e studioso di storia locale, ha pubblicato quattro libri su Casciana e le sue acque termali. Ha curato per la Casa Editrice CLD libri l’ “Odeporico per le Colline Pisane” di Giovanni Mariti, nove volumi annotati e illustrati. Ha curato per l’Ass. Amici della Musica la stampa del libro “Canti popolari della Valdera” e altri volumi. Attualmente è condirettore del mensile di cronaca e cultura “Il Ponte di Sacco”, fondato nel 1998. Nel 2004 ha pubblicato con il giornalista Fausto Pettinelli il libro “La civiltà del legno”, storia dei falegnami, della Mostra del mobile e del museo del legno di Ponsacco. Nel 2005, ha curato per l’Università della Terza Età, il libro “La nostra gioventù” e nel 2007 “Mattonai ponsacchini, vita e lavoro” una ricerca imperniata sui ricordi e sui documenti dei mattonai ancora in vita. Nel 2006, ha pubblicato “Ponzacco e ‘r su’ vernàolo”, glossario di parole e modi di dire ponsacchini. Nel 2007 è uscito “Vie di terra e d’acqua di Ponsacco”. Dal 1985, dirige “Er Tramme”, trimestrale di vernacolo pisano e delle tradizioni popolari.

***

Pier Luigi Macchioni Gotti. Nato a Pisa nel 1943, ha vissuto fino alla maturità nella casa paterna nel verde paesino di Lajatico (Pi) dove i genitori avevano una fattoria. Convolato a nozze nel 1966 ha continuato ad errare sia pur per brevi periodi nelle più belle città italiane quali Roma, Milano, Napoli. Ritornato nella sua Toscana si è trasferito da Livorno a Perignano, a Terricciola fino a stabilirsi a S.Pietro Belvedere dove ha costruito, sull’altura di una silenziosa collina, un’ombreggiata villa ai margini di un bosco. La nascita dei figli e le esigenze professionali lo fanno approdare nel 1985 a Pontedera ove ancora risiede. Inizia gli studi classici a Pisa, nel Collegio S. Caterina, per terminarli a Roma con il conseguimento della maturità. Ha frequentato la facoltà di legge all’Università la Sapienza di Roma negli anni turbolenti, 1967/1971, gli studi sono proseguiti con un master in Archeologia presso la facoltà di Lettere dell’Università di Pisa. Molto attivo nel campo del lavoro: attore in una compagnia stabile, commesso, assicuratore, arredatore, insegnante, corrispondente per un mensile di arte e cultura, informatore medico-scientifico per una delle più grandi case farmaceutiche del mondo, impiegato nel settore del credito. Dal matrimonio con Maria Luisa sono nati due figli. Ha partecipato a numerosi concorsi letterali sia a livello regionale sia nazionale, tanto per elaborati poetici quanto per racconti, ricevendo critiche favorevoli e molti attestati positivi. Ha scritto due brevi romanzi : “Il diario di Paolo N.” e “Le avventure di Paolo e Silvia” apparsi a puntate sul mensile “Tuttoggi”. Dopo essere andato in pensione anticipatamente per stare vicino alla moglie, malata di tumore, inizia per lui una nuova sfida, che lo porterà nel 2008 a percorrere a piedi, da solo, oltre 1300 km: è il cammino di Santiago, che segnerà per lui l’inizio di un viaggio straordinario, quello dell’anima.

***

Stefano Landucci Marco Bani

Stefano è nato e vive a Pisa, dove lavora presso l’Università. Obiettore di coscienza, si è laureato in Scienze della Formazione a Padova; da sempre impegnato in politica e nel sociale in modo particolare nell’ambito del disagio giovanile.

Marco, 28 anni, svolge il dottorato in Scienze Politiche, Diritti Umani e Sostenibilità Ambientale presso la Scuola Superiore Sant’Anna a Pisa, città nella quale è nato e dove ricopre la carica di Consigliere Comunale. Appassionato di politica e nuove tecnologie, scrive periodicamente sul suo blogwww.marcobani.it

***

Azzurra Liutesi. Nata a Pisa e ora vive con la famiglia in un comune della Valdera. Ha scritto due libri: uno autobiografico, l’altro frutto della fantasia.

***

Eva Malacarne. Nata il 21 Dicembre 1972 e attualmente risiede nel comune di Lari. Laureata in Conservazione dei Beni culturali, lavora in proprio come progettista d’interni. Nel corso della sua vita si è impegnata come volontaria in vari ambiti, dalla politica, alla cultura ed in particolare nell’assistenza agli immigrati e nel servizio di pronto intervento d’emergenza. Eva ama l’arte e la sente come una parte di sé. Le forme di espressione a lei più vicine sono la pittura e la scrittura. In questo ultimo periodo sta lavorando nel progetto Pro Papillon, a sostegno del centro Samoussi in Burkina Faso, il quale accoglie e protegge giovani donne in fuga da violenze e emerginazione. Insieme al Circolo Arci ed altri artisti (Attori della compagnia teatrale Scenica Frammenti, I Gatti Mezzi e Bobo Rondelli) ha pubblicato un libro illustrato con CD per bambini, “L’elefante con le ali di farfalla”, i cui proventi saranno devoluti al centro Samoussi.

***

Lucia Marrucci. Laureata in lettere moderne presso l’Università di Pisa, vive e lavora a Ponsacco. Attualmente insegna lettere presso l’Istituto Scolastico Comprensivo “Lapo Niccolini” di Ponsacco. Con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale ha pubblicato varie ricerche di storia locale realizzate insieme agli alunni delle classi dove insegna: “… Camminare insieme …” (2003), “Ponsacco e la prima guerra mondiale” (2003), “Ponsacco e la Seconda guerra mondiale” (2005), “2 GIUGNO 1946: quando i ponsacchini scelsero la Repubblica” (2006), “Il monumento al Maggiore Rodolfo Valli a Ponsacco” (2006), “Conosciamo veramente la Costituzione?” (2008).

***

Guido Martinelli. Nato a Molazzana (Lu) nella ubertosa campagna garfagnina, attualmente risiede sotto la stupenda torre pendente ove svolge, con gioia e passione nonostante tutto e tutti, la professione di docente di Lettere nella Scuola Media. Per conferire maggior senso e spessore al suo “Mestiere di Vivere” si è dilettato da anni a giocare con le parole scrivendo dapprima poesie, successivamente testi teatrali ed ora il primo romanzo. Con la consapevolezza delle sue capacità e dei suoi limiti, ma senza mai prendersi troppo sul serio. Perché ritiene che siamo tutti “precari esistenziali”, fragili foglie travolte dalla prima folata di vento che attraversa le pianure di questo pianetino sperduto nel nulla.

***

 Michela Massei è nata nel 1964 a Pontedera (PI). Nel 1993 si è laureata in architettura presso l’Università degli Studi di Firenze e attualmente divide le sue giornate tra insegnamento, libera professione e poesie. AMORAMI è la sua seconda pubblicazione dopo FERMOIMMAGINE del 1994.

***

Monica Meini. Monica Meini, santermina DOC, e Rosa Galli, santermina d’importazione, sono le curatrici, nonché le ideatrici di “Le veglie di Sant’Ermo”. L’idea delle “veglie” è nata dal desiderio di non disperdere la storia e la memoria di luoghi, le persone, gli eventi che hanno caratterizzato, nel secolo scorso, la vita del piccolo paese di Sant’Ermo, frazione di Casciana Terme. Questo album fotografico, raccoglie infatti numerosissime fotografie (gelosamente custodite dai loro proprietari) unitamente a parentesi descrittive e didascalie esplicative che immortalano, riportandola alla memoria di chi l’ha vissuta, un’epoca ormai scomparsa, ma non per questo dimenticata.

***

Edi Milianti. Nato a Cenaia il 7.3.1948, funzionario della Banca d’Italia attualmente in pensione, ha ricoperto, dal 1975 al 1985, la carica di Assessore alla Cultura del Comune di Crespina. Alcune sue prose e poesie sono state pubblicate su riviste locali, fra le quali la pontederese “Ghibli”. Convinto sostenitore dell’unità sostanziale fra le varie forme di espressione artistica (poesia, pittura, musica, ecc,) ha curato la realizzazione di eventi multimediali quali: “Carducci e i macchiaioli”, “Ottocento, un secolo di poesia e pittura italiana” e “Pascoli-D’Annunzio, i due giganti di fine 800 a confronto”. Attualmente coordina i lavori del Gruppo “Amici della Poesia” dell’U.T.E. di Pontedera.

***

Marco Monaco. Nato a Pisa il 14 ottobre 1969, vive e lavora nella sua città natale. Da anni si dedica alla vita politica e sociale della città, attualmente ricopre il ruolo di amministratore locale e presidente di un’importante e necessario Ente pubblico economico.
Donatore di sangue dal 1991, ama descrivere quel gesto in questo modo “l’unico bucotto nel braccio che allunga il percorso dell’umanità”. I passatempi preferiti sono il calcio giocato e ogni genere di lettura tranne una, il genere gossip. “Oltretutto” è la sua prima opera letteraria e molto probabilmente anche l’ultima a meno di folgoranti meditazioni.

***

Il marchese Eugenio Niccolini di Camugliano ricoprì, sul finire dell’Ottocento, varie cariche di prestigio: fu sindaco di Prato e soprattutto Senatore del Regno d’Italia. Viene anche ricordato per le sua grande maestria nell’arte venatoria e per l’introvabile libro dal titolo “Giornate di Caccia” che racchiude le sue memorie di caccia.

***

Maristella Pau. Nata a Usellus (Oristano) nel 1950. Dal 1966 vive in Toscana e dal 1976 risiede a Calcinaia (Pisa). Inizia la sua attività pittorica alla fine degli anni sessanta dopo gli studi all’Istituto d’Arte di Cascina (Pisa) e dal settanta intensifica la sua partecipazione alla vita artistica con mostre personali, collettive e adesioni a rassegne nazionali. Dal 1989 si dedica prevalentemente alla tecnica dell’incisione allestendo nella propria abitazione un vero e proprio laboratorio di incisione, dove, fino ad oggi, sono state realizzate le 560 lastre della sua attuale opera incisoria. Le stampe, di solito in tiratura molto limitata, vengono anch’esse eseguite personalmente da Maristella al suo torchio. Le nature morte, i paesaggi ed i ritratti sono tra i soggetti figurativi che ritornano più frequentemente nelle sue incisioni, realizzate prevalentemente con le tecniche tradizionali della puntasecca, dell’acquaforte e della ceramolle. Oltre alla presenza di Maristella Pau dal 1996 nelle Edizioni del Repertorio degli Incisori Italiani realizzato dal Gabinetto delle stampe antiche e moderne del Comune di Bagnacavallo (RA), si ricorda tra gli avvenimenti artistici più importanti a cui l’artista ha partecipato: il progetto 100artisti per un museo di Modica (RG), mostra a carattere itinerante Modica-Badsteben (Germania) Saafeld (Germania) Milano-Torino-Berlino-Milano, Palermo; la mostra personale di incisioni – Barchette di carta a Vilanova del Camì Barcellona (2006); la Biennale di incisioni Timisoara, presso il “Muzeum Florean” in Romania. Nel 2007 Maristella realizza l’incisione Via del Renaio per l’anastatica del libro “Rime” di Carducci a S. Maria a Monte Hanno scritto su Maristella Pau: Salvatore Amodei, Paolo Ciampini, Ludovico Ragghianti, Nicola Miceli, Riccardo Ferrucci,Gianfranco Shialvino, Valentina Diara. Info: maristellapau@libero.it

***

Rosa Galli Pellegrini. È stata docente di letteratura francese contemporanea all’Università di Genova. È autrice di numerosi saggi sul romanzo francese degli ultimi trent’anni. Ha pubblicato tre raccolte di poesia: Se l’amore ti stupisce ancora (Bari, Schenaed, 1999), Enigmi e Segnali (Bari. Schena ed., 2002) Impermanenza (Pontedera, Bandecchi e Vivaldi ed. 2008). Ha tradotto poesia dal francese e dal turco.

***

Fausto Pettinelli. È stato iniziato al giornalismo da suo zio, corrispondente di molti quotidiani. Da studente ha collaborato con La Nazione e Il Tirreno, è poi passato alla Mondadori Western Publishing di Verona dedicandosi alla letteratura per ragazzi. Assunto all’Ansa di Milano ha svolto molteplici esperienze specialmente nella cronaca nera e giudiziaria, finchè trasferito a Roma, è nominato giornalista parlamentare e accreditato nella sala stampa della Camera dei Deputati e di Palazzo Madama. Chiamato alla RAI, come inviato speciale e caposervizio della Redazione Servizi Parlamentari e delle Tribune Politiche, ha seguito quasi tutti i Presidenti del Consiglio dei Ministri in visita ufficiale nei paesi esteri. Per dieci anni è stato resocontista e commentatore politico del Giornale Radio Due. Appassionato di storia, ha scritto una ventina di libri.

***

Anna Piccardi. È una brillante ed arguta scrittrice di racconti, brevi nella loro estensione ma intensi nei particolari, in cui evidenzia gli aspetti di una vita culturale e sociale vissuta pienamente nei suoi 80 anni. Nata a Firenze il 6.5.26 in una casa di Borgo Pinti, è figlia del Professor Giorgio Piccardi e di Nella Forti. Il padre è stato docente di Chimica Fisica all’Università di Firenze, la madre è stata una persona attiva che si è curata di Anna e delle sorelle Orietta e Stella mantenendo una predilezione per le escursioni in montagna: una via di ascensione sulle Dolomiti porta ancora il suo nome. Ha conseguito la maturità classica ed ha coltivato per tutta la vita la passione per l’arte, per la musica in particolare. Fin da bambina era affascinata dalle composizioni musicali dello zio Mario Castelnuovo-Tedesco e dalla storia della musica insegnatale dall’altro zio Ferdinando Liuzzi, allievo a Bologna di Giosuè Carducci. Si è sposata con Ruffo Baldacci, ingegnere chimico originario di Santa Croce sull’Arno, titolare di una fabbrica di sequestrati organici. La figlia Chiara ha frequentato l’Accademia di Brera e si occupa di illuminotecnica in una ditta che ha realizzato l’illuminazione della Cattedrale di Pietroburgo e Modena e di altri monumenti e piazze nel mondo. La figlia Orsola è Procuratrice del Policlinico di Milano. Il nipote Vieri Bottazzini è flautista, concertista internazionale, che insegna al Conservatorio di Istanbul. Dopo una infanzia serena trascorsa a Firenze, la sua famiglia è stata costretta all’esilio ed all’isolamento dalle leggi razziali. Nel dopoguerra, pur con difficoltà, è riuscita a riallacciare i tanti contatti culturali che gli amici ed i membri della sua famiglia coltivavano in Italia e nel Mondo. Dedicatasi in pieno alla famiglia, ha ripreso recentemente la sua passione per la narrazione pubblicando un ricordo personale del padre sul libro “I segreti dell’Acqua”, quindi due libri di racconti di stampo autobiografico: “Il Sole oscuro” pubblicato dalle edizioni Il Gazebo di Firenze ed “A Usigliano sotto le stelle…” pubblicato da ArtEventBook di Perignano. Anna Piccardi vive attualmente a Milano.

***

Diego Rossi. Nasce nel 1977 a San Miniato, dove si diploma presso il liceo scientifico. Successivamente frequenta l’Università degli Studi di Firenze, laureandosi in Scienze Politiche. Spinto dalla passione per la musica inizia molto presto a scrivere testi di canzoni e poesie in inglese, per poi passare alla lingua italiana nel 2003. Pubblica per anni su vari siti di poesia, gestendo anche alcuni blog letterari. Questa è la sua prima esperienza editoriale, che vede raccolto il meglio della produzione poetica dal 2003 al 2009.

***

Fatima Tognetti. Nata ad Asti ma risiede a Pontedera (PI) da tantissimo tempo. Scrive per passione da quando era bambina, il suo primo premio letterario lo vinse in quarta elementare e da allora ce ne sono stati molti altri. Da diversi anni collabora con settimanali e mensili femminili, un lavoro che la gratifica molto e che le lascia del tempo libero da dedicare alla famiglia e a se stessa. Scrive vicende di vita vera, o verosimile, che parlano di sentimenti, gioie, dolori e conclusioni piene di speranza, narrate con un linguaggio semplice che privilegia i dialoghi e le situazioni quotidiane. Molte donne continuano a raccontarle le loro storie sperando di vederle presto pubblicate. “Storie di donne” è il suo primo libro, ma il materiale esistente nel suo archivio sarebbe sufficiente per stampare un’intera enciclopedia!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...